Ciao, accedi o registrati

Imbianchini, Idraulici, Falegnami, Giardinieri e altri professionisti selezionati.
Chiama numero verde per saperne di più!

Fabbricati rurali non dichiarati, gli avvisi dell'Agenzia delle Entrate per mettersi in regola

L’Agenzia delle Entrate ha deciso di avviare una campagna di sensibilizzazione per permettere agli intestatari catastali dei fabbricati rurali che risultano censiti ancora al Catasto Terreni di regolarizzare la propria posizione. In partenza oltre 1 milione di avvisi bonari per i proprietari di 800mila immobili. Vediamo come regolarizzare la propria posizione.

Innanzitutto l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che i titolari di diritti reali sui fabbricati che possiedono i requisiti di ruralità avevano l’obbligo di dichiararli al Catasto Edilizio Urbano entro il 30 novembre 2012, mentre per i fabbricati che possedevano in passato i requisiti di ruralità, successivamente persi, la dichiarazione in catasto andava presentata entro 30 giorni dalla data di perdita dei requisiti.

Per promuovere la regolarizzazione spontanea delle singole posizioni, nelle prossime settimane l’Agenzia delle Entrate invierà, tramite il servizio postale, avvisi bonari ai proprietari dei circa 800mila fabbricati rurali, o loro porzioni, censiti al Catasto Terreni e da dichiarare al Catasto Edilizio Urbano.

L’avviso bonario consentirà a ciascun soggetto di conoscere la propria posizione e verificare quali immobili sono soggetti all’obbligo di dichiarazione.

I proprietari che aderiscono agli avvisi dell’Agenzia, presentando una dichiarazione di aggiornamento catastale, potranno beneficiare dell’istituto del ravvedimento operoso, con un notevole risparmio sulle sanzioni che, ad esempio, si riducono da un importo compreso tra € 1.032 e € 8.264 ad un importo di € 172 (pari ad 1/6 del minimo).

In assenza della dichiarazione, le Direzioni Provinciali/Uffici Provinciali-Territorio dell’Agenzia delle Entrate procederanno all’irrogazione delle sanzioni previste dalla legge e all’accertamento in sostituzione del soggetto inadempiente, con oneri a carico dello stesso.

Nel caso in cui l’avviso bonario dovesse presentare delle inesattezze, il proprietario potrà comunicarle all’Agenzia:

  • compilando l’apposito “modello di segnalazione” allegato all’avviso;
  • utilizzando il servizio online disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Galleria immagini

UN OMAGGIO PER TE!!!

Inserendo il tuo primo annuncio o acquistando il tuo primo pacchetto di crediti
riceverai in OMAGGIO una visura o una planimetria catastale!!!
Sarai contattato dal nostro staff per concordare quello di cui hai bisogno!

Vuoi ricevere preventivi gratis risparmiando fino al 30%?

Quiveo ti mette in contatto con aziende che possono proporti il loro preventivo.
Più preventivi ti consentono di confrontare i prezzi e ottenere il miglior risultato al prezzo più basso!

Prova ed inserisci il tuo annuncio, È GRATIS!

Cerchi un lavoro per la tua azienda?

Cerca fra gli annunci inseriti dai nostri utenti quello che fa per te ed acquistalo per pochi euro
Per risparmiare sempre di più dai una occhiata ai nostri pacchetti di crediti.

Il tuo prossimo lavoro è a portata di click!